Lo sviluppo del progetto è diviso in 4 fasi distinte. La prima fase è legata all’elaborazione della metodologia basata sui bisogni e le caratteristiche specifiche delle classi in relazione alle loro iniziative di educazione alla cittadinanza. Questa fase includerà cinque diverse parti. Nella prima parte, i partner organizzeranno una ricerca con le scuole al fine di identificare le questioni più importanti legate all’educazione alla cittadinanza in Europa. Quindi, i partner prepareranno congiuntamente la bozza della prima parte della metodologia composta dai principi principali dei metodi e da come questi possono essere applicati in classe. L’Università di Firenze coordinerà la parte della metodologia relativa al metodo dialettico, mentre il Centro per l’istruzione superiore in studi teatrali coordinerà la parte relativa alle tecniche teatrali. Quindi, i partner svilupperanno la parte pratica della metodologia consistente in scenari didattici ed educativi per temi specifici e materie rilevanti per i contesti locali ma anche per i più ampi contesti nazionali ed europei. Sulla base delle sinossi e della metodologia geenrale, nell’ambito della seconda riunione transnazionale, i partner discuteranno gli adattamenti necessari nei metodi per soddisfare meglio le esigenze dei gruppi target. A seguito di questa riunione, inizia la terza parte della prima fase, che è la parte degli adattamenti. I partner sulla base delle discussioni interne durante l’incontro, ma anche sulla base delle loro consultazioni con le parti interessate, proporranno adattamenti della metodologia. Dopo la finalizzazione degli adattamenti, la quarta parte è correlata allo sviluppo di un libro di orientamento per gli insegnanti (metodologia finalizzata). Il libro sarà sviluppato in inglese e, dopo la sua finalizzazione, tradotto in greco, spagnolo, portoghese e italiano durante la quinta parte della prima fase. Il libro di orientamento sarà disponibile sia in formato elettronico che in formato cartaceo.

La seconda fase è legata alla formazione dei formatori. La formazione dei formatori sarà organizzata in un formato misto usando sia il faccia a faccia che l’e-learning. La formazione in presenza verrà organizzata nell’ambito del 3 ° incontro transnazionale del progetto a Bristol e durerà 3 giorni. In totale 11 formatori parteciperanno come apprendisti provenienti da Grecia, Spagna, Regno Unito, Portogallo e Italia. Questi formatori dopo il completamento del corso di formazione faccia a faccia, seguiranno un corso di e-learning per completare lo sviluppo delle loro capacità. Una piattaforma di e-learning verrà adattata in modo specifico per soddisfare le esigenze del gruppo target e il materiale di formazione verrà sviluppato e caricato sulla piattaforma di e-learning.

La terza fase è legata alla formazione degli insegnanti. Questa fase sarà organizzata faccia a faccia a livello locale e regionale, nonché online a livello nazionale ed europeo dai formatori che hanno partecipato a una formazione delle sessioni dei formatori. Le linee guida verranno fornite a questi formatori che formeranno insegnanti attraverso seminari specialistici a livello locale e nazionale. La formazione degli insegnanti in presenza verrà svolta attraverso seminari che dureranno di nuovo per due giorni interi. Si prevede che un totale di 250 insegnanti saranno formati nell’ambito di seminari faccia a faccia, mentre altri 250 insegnanti provenienti da diverse parti dei paesi partner, nonché da altri paesi dell’UE, saranno coinvolti attraverso utilizzo dell’e-learning. La quarta fase sarà la fase dell’implementazione pratica della metodologia basata sul metodo dialettico all’interno della classe. Gli insegnanti formati, nell’ambito dei seminari di formazione organizzati nella fase precedente e come condizione preliminare per ottenere la certificazione, applicheranno in pratica le tecniche apprese in classe e documenteranno la loro implementazione con un rapporto e le relative evidenze. I partner monitoreranno l’implementazione del metodo a scuola e forniranno supporto laddove sia necessario. L’applicazione del metodo da parte di 500 insegnanti a classi composte da almeno 15 studenti significherà che il progetto andrà a beneficio di almeno 6.000 studenti in tutta Europa. Se gli insegnanti implementano e documentano adeguatamente la loro attuazione, riceveranno la loro certificazione.